Sopresa al contrario

E` stato bello.
Bello è una parola un po’ troppo generica, e non vorrei andare a finire come i calciatori che ormai dicono “fare bene” per esprimere due milioni diversi di concetti 🙂
Be’, però, ecco, è stata bella una cosa accadutami oggi.
Scrivo a una persona per farle i miei auguri, e alla fine, invece di farle io una sorpresa, me la fa lei, dicendomi una cosa che mi ha fatto molto piacere.
E non legge il blog, per cui posso scriverne tranquillamente e sono contento di averlo tenuto segreto :-).
E… niente, ti fa piacere quando capisci che qualcosa di te arriva, anche se non hai scritto dei poemi (sì, perché questa persona mi è capitato di conoscerla solo telematicamente).
E a volte penso che non ci sia da fare chissà che per far capire agli altri come sei, e penso che chi è in sintonia con te ti capisca più di altri, che probabilmente non coglieranno mai le sfumature di ciò che dici.
Con chi non si è in sintonia, credo che sia inutile affannarsi; anche se questa è solo teoria, e poi la pratica a volte va in modi molto diversi.

Ho chiamato solo per dirti che ti amo

No, non sono arrivati gli alieni!
No, i gabbiani non hanno imparato a parlare!
Né i pinguini a fischiettare!
Cosa devo dirti allora?
Ho chiamato solo per dirti che ti amo.

La sweet disposition colpisce ancora :-), e questi giorni ho ascoltato più volte I just called to say I love you, di Stevie Wonder. E quella lì sopra è una mia personale reinterpretazione della canzone.

Sorprendere qualcuno a cui tieni, dirgli quelle parole, sentire il suo cuore riempirsi di gioia anche a distanza.
Cosa c’è di più bello?
E per questo mi piace tanto questa canzone, che in realtà è molto semplice, ma comunque elegante.
E` come fare un regalo di non-compleanno :), è rendere un giorno normale un giorno speciale.
Mi piacciono, i giorni normali resi speciali.
Mi piace vedere felici le persone a cui tengo davvero.

Ho ascoltato la canzone senza sofferenze, come capitava qualche tempo fa, pensando a una persona. Finalmente, quei pensieri sono a posto.

No New Year’s Day to celebrate
No chocolate covered candy hearts to give away
No first of spring
No song to sing
In fact here’s just another ordinary day

No April rain
No flowers bloom
No wedding Saturday within the month of June
But what it is, is something true
Made up of these three words that I must say to you

I just called to say I love you
I just called to say how much I care
I just called to say I love you
And I mean it from the bottom of my heart

No summer’s high
No warm July
No harvest moon to light one tender August night
No autumn breeze
No falling leaves
Not even time for birds to fly to southern skies

No Libra sun
No Halloween
No giving thanks to all the Christmas joy you bring
But what it is, though old so new
To fill your heart like no three words could ever do

I just called to say I love you
I just called to say how much I care, I do
I just called to say I love you
And I mean it from the bottom of my heart

I just called to say I love you
I just called to say how much I care, I do
I just called to say I love you
And I mean it from the bottom of my heart, of my heart,
Of my heart

I just called to say I love you
I just called to say how much I care, I do
I just called to say I love you
And I mean it from the bottom of my heart, of my heart,
Baby of my heart