Sopresa al contrario

E` stato bello.
Bello è una parola un po’ troppo generica, e non vorrei andare a finire come i calciatori che ormai dicono “fare bene” per esprimere due milioni diversi di concetti 🙂
Be’, però, ecco, è stata bella una cosa accadutami oggi.
Scrivo a una persona per farle i miei auguri, e alla fine, invece di farle io una sorpresa, me la fa lei, dicendomi una cosa che mi ha fatto molto piacere.
E non legge il blog, per cui posso scriverne tranquillamente e sono contento di averlo tenuto segreto :-).
E… niente, ti fa piacere quando capisci che qualcosa di te arriva, anche se non hai scritto dei poemi (sì, perché questa persona mi è capitato di conoscerla solo telematicamente).
E a volte penso che non ci sia da fare chissà che per far capire agli altri come sei, e penso che chi è in sintonia con te ti capisca più di altri, che probabilmente non coglieranno mai le sfumature di ciò che dici.
Con chi non si è in sintonia, credo che sia inutile affannarsi; anche se questa è solo teoria, e poi la pratica a volte va in modi molto diversi.