La radio e la festa di Radio Deejay

festaradiodeejay2017-35anni
Mentre scrivo sto guardando la festa di Radio Deejay in diretta Facebook (qui).
Che cos’è? E` un evento organizzato da Radio Deejay per i suoi 35 anni, presso il Pala Alpitour di Torino, dove sono presenti più o meno tutti gli speaker della radio.

Sono ormai parecchi anni che ascolto la radio, fino a qualche anno fa ascoltavo RTL 102.5, poi i programmi hanno iniziato a piacermi un po’ meno e allora ho iniziato ad ascoltare di più Radio Deejay. In particolare mi conquistò Deejay Chiama Italia, il programma di Linus e Nicola Savino dove vengono proposti, come anche in qualche altra trasmissione della radio, brani legati in qualche modo ai discorsi che si stanno facendo.
Ascolto un po’ di tutto, da Radio Uno a Radio due (di più), Radio Tre, Radio 24, qualche radio Romana.

Non sono, come credo di aver già scritto, propriamente un discotecaro :), ma sento l’energia della “festa”, e la festa non è poi solo musica da discoteca.
Ho comunque ascoltato più volte Albertino con la sua trasmissione sulla musica dance, anche per capire gli ultimi trend :), ed è stato degno di nota il momento Deejay time, dove Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso sono scesi dall’alto su una sorta di skateboard volanti come in Ritorno al futuro.

Gli speaker di Radio DJ che mi piacciono di più? Oltre a Linus, Vic, Laura Antonini e i Vitiello.

Adesso però seguire mentre scrivo sta diventando un po’ complicato, e allora, visto anche che la festa finisce alle 23, mi fermo e posto.
Ciao!

Ps: una delle canzoni della festa, di Eiffel  65, presenti sul palco

Un amore fresco


Due ragazzi, davanti al mio liceo. Al mio vecchio e caro liceo.
Li ho visti qualche giorno fa, mentre passavo. Mani nelle mani, occhi negli occhi. Un bacio, poi qualche parola, poi un altro bacio.
Mi sono piaciuti così tanto.
Un amore fresco, ecco, sì, questo mi è venuto in mente vedendoli. Mi è venuta in mente quell’età, che come tante cose forse non apprezzi appieno mentre la vivi.
Mi è venuta in mente una persona, una festa, una canzone. Questa qua.

 

 

Festa del libro e della lettura 2011: Libri come

Festa del libro e della lettura 2011: Libri come
Festa del libro e della lettura 2011: Libri come

Passando alcuni giorni fa da Feltrinelli, ho appreso di un evento interessante e non così tanto pubblicizzato.
Si tratta della Festa del libro e della lettura “Libri come“, che si terrà a Roma, all’Auditorium Parco della musica, dal primo al dieci aprile.
Questa sarà la seconda edizione, e devo dire che se la scorsa me la sono persa del tutto, stavolta vorrei partecipare a qualche incontro.
Quello che mi ha colpito è come il tema della manifestazione sia proprio il mio “nuovo interesse”, e cioè come si scrivono i libri. Non solo quello, in realtà, anche come si pubblicano, come si distribuiscono, ma di quello personalmente me ne importa meno. Comunque, il tema, lo si capisce già dal titolo (Libri come), è proprio il come, il dietro le quinte che tanto mi incuriosisce.

Sono previsti tantissimi eventi e incontri con scrittori, editori e quant’altro.
Qui, sul sito dell’Auditorium, trovate il programma completo, che io invece ho tra le mani in un cartoncino pubblicitario (che è un lenzuolo per quanti eventi ci saranno) preso da Feltrinelli.
La manifestazione è stata di fatto già aperta il 21 marzo scorso con l’intervista in anteprima a Jonathan Franzen, “Come ho scritto Libertà”, il suo ultimo libro.
Ci saranno nomi noti e meno noti; mi saltano all’occhio sicuramente Andrea Camilleri, Alessandro Baricco, Dacia Maraini, Margaret Mazzantini ed Umberto Eco.

Particolarmente interessanti potrebbero essere i laboratori “I mestieri del libro“. Tra questi, c’è un corso di due giorni intitolato “Tecniche di scrittura”, tenuto dalla Scuola Holden, e in particolare da Elena Varvello. Dalla stessa scuola, con Fabrizio Cestaro, un altro breve corso di “Narrazione cinematografica
Altri laboratori saranno sulla gestione di una libreria, di una casa editrice e altro.

Sicuramente un bell’evento.