Io vedo una famiglia

Oggi ho visto un padre con un figlio piccolo, e tornato a casa, non so bene come, ho ripensato a un monologo di Harry ti presento Sally:

[…] E un bel giorno ero uscita con la figlia di Alice perché le avevo promesso di portarla al circo, e in macchina giocavamo a “Io vedo”: io vedo un marciapiede, io vedo un lampione. Lei ha guardato dal finestrino e ha visto un uomo e una donna con due figli piccoli, l’uomo ne aveva uno sulle spalle. E lei ha detto: “Io vedo una famiglia“, e io ho cominciato a piangere… Non lo so, mi è presa così… […]

Quella frase, “io vedo una famiglia”, mi aveva già colpito in quel momento di questo meraviglioso film, perché poi si inquadrava in un contesto più ampio in cui Sally dice che lei e Jo, il compagno, non si volevano sposare:

Quando io e Jo abbiamo cominciato a uscire volevamo esattamente la stessa cosa: volevamo vivere insieme ma non ci volevamo sposare, perché ogni volta che qualcuno si sposava si rovinava la relazione. In pratica niente più sesso.

Ecco Sally nei momenti in cui dice la frase. sally-io-vedo-una-famiglia

E niente, anche io, oggi, ho visto una famiglia.

Il futuro

Ogni volta che crediamo di conoscere il futuro, anche solo per un secondo, questo cambia. A volte, il futuro cambia rapidamente e totalmente. E non ci resta altro da fare se non scegliere la nostra prossima mossa. Possiamo scegliere di avere paura, di restare fermi a tremare, senza muoverci e pensare alla cosa peggiore che potrebbe succedere. Oppure possiamo fare un passo in avanti, nell’ignoto, con il solo pensiero che quello che accadrà, sarà fantastico

Ho trovato questo pensiero in giro, sembra venga da Grey’s Anatomy, mi è piaciuto.

Robocop

Stanno facendo Robocop su RAI4.

Da piccolo robocop mi piaceva, lo vedevo come un robot contro il male, ma un po’ di tempo fa l’ho rivisto e mi sono reso conto di quanta violenza c’è in quel film.

Secondo me dovrebbe addirittura essere vietato ai ragazzini, anche se magari da piccolo della violenza non te ne accorgi nemmeno, come successe a me. O forse io credo di non essermene accorto, ma secondo me arriva comunque.

Che dire, è una storia di bene contro il male dove vince il bene, però come dicevo il film è secondo me eccessivamente violento, almeno in alcuni punti, che mi sono rimasti impressi.

Non so se poi il notevole uso delle armi in certi film dipende dalla lobby americana delle armi, ma certo non credo che il suo influsso sia indifferente.

L’amore è incancellabile (?)

Eternal-Sunshine-spotless-min-se-mi-lasci-ti-cancello

Ebbene, non ho fatto il post di Natale e invece vado a scrivere quello di San Valentino.
Lo faccio riportando una notizia appresa qualche giorno fa da Repubblica.it, in cui viene raccontato come un uomo sia riuscito a riconquistare la ragazza che aveva perso la memoria, dimenticandosi anche di lui.
Ho trovato la cosa molto romantica, e quindi eccomi qui a riportarla.
E ho trovato romantico, o quantomeno apprezzabile, il fatto che lui abbia avuto la pazienza di riconquistarla, sebbene lei avesse inizialmente addirittura paura a stare di nuovo con lui.

L’articolo di Repubblica che citavo dice che la vicenda ha fatto tornare in mente a varie persone il film “Le pagine della nostra vita”, del 2004, in cui un uomo legge ogni giorno a una donna affetta da demenza senile il diario della loro storia d’amore.
Io invece vado ora a fare uno spoiler su Eternal sunshine of the spotless mind, film con Kate Winslet e Jim Carrey di cui avevo già parlato, e lo faccio perché a me la vicenda ha fatto invece venire in mente questo film.
In esso i protagonisti effettuano una procedura volontaria per dimenticare il partner una volta che hanno deciso di lasciarsi, ma si trovano, alla fine, a stare di nuovo insieme. Questo, e ce lo suggerisce in qualche modo la vicenda ispiratrice del post, faceva scrivere a un commentatore (Mistral) che l’amore è incancellabile.

E’ veramente incancellabile? Forse l’amore vero sì.

Come te nessuno mai

Ieri mi sono emozionato, vedendo Come te nessuno mai, il film di Gabriele Muccino dove recita tra l’altro il fratello Silvio (Silvio anche nel film). Film che parla di una occupazione e di amori giovanili. Mi sono emozionato alla fine sul bacio tra Silvio e una ragazza, che li porterà a fare l’amore.
E’ stata una scena dolce, e forse non lo so, vera, ed era un sacco di tempo che non mi capitava un film che mi emozionasse.

La febbre del sabato sera

Oggi ho visto La febbre del sabato sera, e vi dirò, mi ha trasmesso energia, l’energia del ballo, sarà poi che un po’ mi piace la disco music anni ’70. E ho pensato che io non sono del tutto io, cioè io sono un po’ ingessato e un ballerino è qualcosa di piuttosto lontano da me, eppure mi ci sono quasi visto a ballare.
Ed essendo animato dalla pazzia-gabbiana, chissà, magari prima o poi mi vedrete iscrivermi addirittura a un corso di ballo!

Lei

Ieri ho visto Lei, il film di Spike Jonze. Anzi, a dire la verità ho visto Her, la versione originale, mentre la versione italiana l’ho vista la settimana scorsa.

L’ho fatto perché si diceva che fosse un bel film, però quando sono andato a vedere Lei non mi è piaciuto troppo, e ho pensato che fosse per il doppiaggio. Perché Her racconta la storia d’amore tra un uomo e un … sistema operativo futuristico, con una personalità e una voce, e su questa voce e quella del protagonista si basa tutto il film.

La voce italiana è di Micaela Ramazzotti, quella inglese di Scarlett Johansson. La Ramazzotti ha fatto un buon lavoro, la sua voce è gioiosa, piena di vita, ma la voce della Johansson è più sexy, e dà l’idea di una personalità più profonda. Le voci poi sono più integrate nel film nella versione originale, forse perché riprese sul set, forse perché col doppiaggio si è perso qualche rumore di fondo.

Anche se non capivo proprio tutto quello che si diceva (c’erano comunque i sottotitoli), lasciandomi trasportare ho trovato la versione originale del film molto più coinvolgente, e mi è piaciuta molto di più di quella italiana.

Se Lei mi era sembrata una storia un po’ fredda, ho trovato Her il racconto di un amore tra due essenze, come in fondo è l’amore vero.

Il trailer italiano

Il trailer inglese