The big cheese

big_cheese

Con una mossa a sorpresa Gabbiano spiazza tutti e invece di ripresentarsi a scrivere di nuovo dopo enne mesi eccolo qua, tutto svolazzante come non mai 🙂

Ebbene sì, rieccoci qua.
Ho iniziato a leggere On Writing, di cui vi ho parlato sommariamente in questo post. Prima mi  sono messo a sfogliarlo un po’ a caso, e una delle prime parole che ho trovato è stata “big cheese”. Ho cercato cosa significasse e ho letto che vuol dire “persona importante”. Big poteva forse indirizzare verso qualcosa del genere, ma non era per niente scontato e non avevo mai sentito una espressione come questa. Non mi ricordo nemmeno se è US English o no, comunque vuol dire quello.

Ho iniziato poi a leggere il libro da capo, e a proposito, Stephen King dice che quella che ha scritto all’inizio non è una vera e propria biografia, ma un curriculum vitae su come è diventato scrittore. In effetti messa così la cosa è un po’ più interessante. Perché devo confessare che cercavo un libro che non divagasse troppo, e da quanto ho capito solo parte di On Writing parla veramente della scrittura.

In effetti, dopo il primo capitolo sono saltato alla parte “The Toolbox” (la cassetta degli attrezzi), a pag. 121, proprio per andare al sodo. King la prende un po’ alla larga 🙂 e parla prima della cassetta degli attrezzi dello zio, comunque beh tra un po’ di pagine arriverà anche il vero argomento.

Mi urta un po’ cercare un certo numero di parole, ma tutto sommato sono contento di aver comprato la versione inglese del libro. Perché mi rendo conto di andare abbastanza bene sull’inglese tecnico ma di ignorare o di aver scordato parole di uso tutto sommato comune. Per esempio, se mai l’avevo imparata, non ricordavo che brass volesse dire ottone, mamma mia! 🙂

Però copper lo ricordo :-).

Sto ripensando a un blog in inglese. Dovete sapere che il 71% dei blog è in inglese, almeno quelli su wordpress.com. Lo potete vedere dalla pagina di statistiche di wordpress.com, che fa sempre un certo effetto per la sua mappa animata dei blog. Ho fatto in effetti qualche giro per blog inglesi e ho visto che non di rado ci sono migliaia di follower.
Sarebbe una esperienza da provare. Ci vorrà la giusta energia per partire, che ancora non mi pare ci sia, come attesi tanti anni fa il momento per partire col blog.

Me lo ricordo ancora, aspettavo il nome, che alla fine arrivò. Vedremo!

Autore: unGabbianoTraLeNuvole

penso che se sapessi volare e nuotassi tra le nuvole, saprei apprezzarne il sapore. Morbido, forse panna, per non esser troppo originali :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...