Quei baci col rossetto

Me la ricordo, la mia compagna delle medie.
Sì, lei che mi piaceva un po’.
Secondo me, fu opera sua.

Terza media. Suona la campanella: ricreazione.
Prendo la merenda dallo zaino, e mi unisco ai compagni per giocare.
Distratto, non mi accorgo di cosa sta accadendo al mio diario, al mio diario di Italia ’90.
Tornato a casa ignaro, dopo pranzo lo sto sfogliando, quando mi accorgo che su una pagina c’è… un bacio! E non su una pagina qualsiasi, ma sul “giorno dell’amore”, San Valentino.
E non un solo bacio, no, ma due baci sul 14 febbraio e altri due sul 15.
Eccoli!

…in quanti modi avrebbe potuto proseguire questa storia.
Eppure, ad oggi non so nemmeno di chi siano, quei baci.
Sebbene scorga una certa poesia in quei baci senza nome, penso che avrei potuto fare qualche verifica! Non so, avete presente la scarpetta di Cenerentola?? Magari avrei potuto fare da… scarpetta, per delle labbra che avevano probabilmente ancora voglia di baciare.
Non ricordo perché non indagai; so però che a quel tempo le ragazze non mi interessavano troppo, ero preso più che altro dai videogiochi.

Ma lei un po’ era nei miei pensieri, se me la ricordo ancora.
Lei, che si riuniva sempre con le sue due amiche del cuore, e le vedevi tutte e tre confabulare, chissà su cosa.
Lei, che in piscina era elegante, e carina, nel suo costume intero, pur rimanendo discreta.
Lei, che è ormai un pensiero sfumato, ma il cui modo di essere me la fa ricordare sorridente e serena.
Le ero simpatico, e ogni tanto scherzavamo, parlavamo un po’, ma niente di più.
Forse… forse non era solo che non mi interessavo così tanto alle ragazze, forse era anche la mia timidezza, o semplicemente non mi piaceva… abbastanza.

Quando ho visto quei baci ho pensato che avevamo tredici anni, e da quel rossetto mi sono chiesto se già le ragazze si truccassero. Perché si dice tanto che le abitudini sono cambiate… ma allora? No, non mi pare venissero truccate a scuola; credo proprio che, quella volta, quelle labbra si colorarono di rosso per quel gioco romantico e misterioso, che per me è ora un tenero ricordo


Autore: unGabbianoTraLeNuvole

penso che se sapessi volare e nuotassi tra le nuvole, saprei apprezzarne il sapore. Morbido, forse panna, per non esser troppo originali :-)

12 pensieri riguardo “Quei baci col rossetto”

    1. eh vedi, se avessi avuto un blog all’epoca magari ne scrivevo e tu avresti potuto leggermi! 🙂
      Be’, potresti sempre usare lo stratagemma in futuro, chissà (cioè non so nemmeno se ora ti serve, dico in generale); a me un bacio condito da qualche parola … “interessante”, tuttora non dispiacerebbe 😉

  1. *_________* che cosa bellissima!!!

    Ma poi l’hai più rivista questa ragazza?!?! sai col tempo si tende un po’ a perdere i rapporti con i compagni di scuola…

    PS: che belli questi ricordi!! anch’io conservo ancora qualche diario… è sempre un emozione aprirli e rivivere quegli anni…
    PS2: Urca mi sa che tutti noi italiani quell’anno avevamo qualcosa dei mondiali :mrgreen:

    1. Ma poi l’hai più rivista questa ragazza?!?!

      No, ci siamo persi di vista…
      Che dici, se la incontro di nuovo posso recuperare la mancata verifica?? 😀

      PS2: Urca mi sa che tutti noi italiani quell’anno avevamo qualcosa dei mondiali :mrgreen:

      Ma lo sai che mi sono chiesto come mai avessi un diario calcistico, visto che a me del calcio non me ne è mai importato nulla?? Forse sì, quell’anno la mania aveva preso anche me 🙂 (e avevo pure il pupazzetto portachiavi!)

      1. hahahha chi può dirlo :mrgreen: magari non è fidanzata e sotto sotto prova ancora quel sentimento che la spinse tanti anni fa a lasciare i suoi baci sul tuo diario 😛

        Già io mi sono fatta più o meno la tua stessa domanda qualche anno fa quando ho risistemato un po’ gli scatoloni dei vecchi ricordi e ci ho trovato dentro la palla e un accappatoio nuovo di zecca dei mondiali… più che altro penso che sia stata opera di mio papà 😆

    1. Mi hai fatto sorridere 🙂

      E tu a me col tuo sorriso 🙂

      .beh alle medie, si usava solo il rossetto rosa al profumo di rosa…andava di moda così 🙂

      ah ecco, vedi, magari il rossetto lo mettevano ma io non lo notavo perché era rosa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...