Il pavimento autoaspirante

A volte, anzi diciamo pure spesso, le idee nascono da esigenze concrete.
Oggi passavo l’aspirapolvere, e, preso dalla noia della ripetitività di questa azione, ho pensato che non sarebbe stato male avere un bel pavimento autoaspirante!
Premi un tasto, e… tac! il pavimento aspira la polvere che si è depositata 🙂
Certo, non sarebbe una cosa semplicissima da realizzare, perché per essere aspirante il pavimento dovrebbe avere dei fori, e non solo, anche un bel sistema di pompaggio dell’aria.
Non so, in futuro potrebbe anche diventare lo standard per i pavimenti, ma ho l’impressione che per combattere la polvere saranno inventate delle soluzioni più semplici.

Mi viene in mente Ritorno al futuro, dove Marty McFly trova un libro fabbricato in modo da evitare che la polvere vi si depositi sopra. Ecco, è probabile che ci sarà qualcosa di simile.
Per inciso, adoro Ritorno al futuro, e il bello è che non so nemmeno perché.
Forse perché oltre a essere fantascienza è divertente, forse perché tutti vorremo fare un giro sulla macchina del tempo, chissà!
Vi lascio con una delle mitiche scene: «Ehi tu, porco, levale le mani di dosso»
(ma chi non ha visto il film non capirà molto!!)

 

Ecco, sì, Ritorno al futuro è anche un film romantico.

Autore: unGabbianoTraLeNuvole

penso che se sapessi volare e nuotassi tra le nuvole, saprei apprezzarne il sapore. Morbido, forse panna, per non esser troppo originali :-)

5 pensieri riguardo “Il pavimento autoaspirante”

  1. L’ultima volta che sono stata in libreria ho visto il libro che citi nel commento e sono stata tentata di prenderlo, ma avevo già fatto il pieno e ho lasciato perdere, rimandando a un prossimo acquisto, che avverrà molto presto :-).
    Sì, i tacchi li porto :).
    Io credo che una relazione a distanza alla lunga sia insostenibile. Nel senso che l’amore, quello con la A, richiede la presenza fisica, il contatto visivo, e se manca per troppo tempo si sta male, sia psicologicamente che fisicamente. Una storia ha bisogno di essere coltivata, e per farlo è necessaria la quotidianità.
    Io per stare insieme al mio lui (non potendosi spostare lui per motivi lavorativi) ho lasciato tutto: la mia terra, la mia famiglia, i miei affetti ed ho iniziato una nuova vita in un’altra città, diversissima da quella in cui sono cresciuta per clima, per mentalità e modi di vita. Ammetto che è dura, anzi, in certi momenti è durissima, ma non mi sono pentita della mia scelta neanche per un secondo. Del resto i treni nella vita non passano tanto spesso, e quando passa il nostro bisogna essere pronti a prenderlo, no? 🙂
    P.S.: anche io voglio il pavimento autopulente!!!!

  2. Per dirti ogni tanto firmo MartyMcFly…ahahaha
    Il pavimento aspirante potrebbe essere una idea carina. Per il momento però lo swiffer costa ancora molto molto meno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...