A lezione d’amore

Il vero scopo di questa professione non è curare le malattie. Ma prendersi cura del malato

Queste sono le parole di Hunter Doherty Adams, il medico-clown noto come Patch Adams.

Patch Adams
Hunter "Patch" Adams

Sono venuto a sapere di lui, la prima volta, tramite l’omonimo film con Robin Williams. Un bel film, che narra le vicende di Patch Adams e illustra le sue rivoluzionarie idee. Un film divertente e commovente, ma in questo caso la realtà, la visione, l’amore e l’innovazione del vero Patch Adams superano probabilmente quelle viste nel film.

Patch Adams ha portato all’attenzione del mondo intero come essere medico non voglia, e più che altro non dovrebbe dire, essere un tecnico che cura le malattie. Essere medico dovrebbe significare avere cura della persona nel suo insieme, pensando anche alle  sue emozioni, ai suoi stati d’animo.

Mi ha colpito leggere da un articolo su Repubblica di qualche tempo fa, contenente la relativa videointervista, come, secondo Patch Adams, non dovrebbero esserci insegnati a scuola solo la matematica o le lettere, ma anche l’amore.

Non credo, in realtà, che l’amore si possa insegnare a scuola, in un tempo ben definito. Perché credo che l’amore si assorba da chi hai intorno a te, in un tempo molto lungo. O che al massimo puoi svilupparlo a seguito di qualcosa di grave che ti capita, che ti fa sviluppare una nuova sensibilità, una nuova visione del mondo, come forse accadde con  gli episodi di suicidio in cui si ritrovò Patch Adams da giovane.
Credo, però, che le sue parole non vadano prese alla lettera, e sottolineino come si pensi oggi a tante cose concrete e poco a ciò che ci rende effettivamente esseri umani, almeno come penso io dovremmo essere.

Patch Adams sottolinea come pensare all’esser clown possa sminuire il suo messaggio complessivo, perché essere clown in corsia è solo uno dei  modi di donare amore.

Ho incontrato medici che non erano dotati di quella umanità necessaria per svolgere il loro lavoro, e trovo che a queste persone dovrebbe essere impedito di svolgere la loro professione. Ma non esistono dei parametri oggettivi per valutare l’umanità e l’amore, e allora, come si potrebbe fare?
Spero allora che, invece di pensare a rimuovere chi non ha tali doti umane, il messaggio di Patch Adams penetri sempre di più nella nostra società, e si comprenda cosa la parola medico deve realmente significare.

Mi è piaciuto molto un articolo di un giovane medico che ha assistito a una conferenza di Patch Adams, potete leggerlo qui. Mi è piaciuto specialmente alla fine, quando  dice

I won’t be dressed in funny clothes, or tell jokes to all my patients (mainly because I’m not so funny), but I will treat my patients with the respect they deserve, I want to see them as persons and not as a disease, I want to help as much as possible and not turn into a cold person like I’ve seen so many doctors do.

traduco (spero bene 🙂 ):

Non sarò vestito in modo curioso, o scherzerò con tutti i miei pazienti (più che altro perché non sono così divertente), ma tratterò i miei pazienti col rispetto che meritano, voglio pensarli come persone e non come malattie, voglio aiutarli quanto posso e non trasformarmi in una persona fredda come fanno tanti medici

Autore: unGabbianoTraLeNuvole

penso che se sapessi volare e nuotassi tra le nuvole, saprei apprezzarne il sapore. Morbido, forse panna, per non esser troppo originali :-)

13 pensieri riguardo “A lezione d’amore”

  1. ..beh ..sai io nel mio piccolo cerco di regalare loro un sorriso ..non sono medico ..ma una volta al mese indosso un naso rosso e giro con un camice colorato per le corsie ..dove ci permettono di girare…che dire? ..esco da lì scarica da un lato ma stracarica dall’altro ..il mio obiettivo? ..regalare anche solo un secondo di sorrisi….

    1. beh, ho parlato di medici, ma ovviamente penso che tutti possano donare amore, e sorrisi!
      E trovo che quello che fai sia meraviglioso, e immagino quanto possa essere pesante, e proprio per questo lo apprezzo tantissimo. Che il tuo sorriso possa sempre essere vivo, affinché tu possa donarlo anche agli altri!

  2. C’è da dire che molti medici fanno questo lavoro perchè si guadagna tanto, non per altro, e quindi non si pongono il problema di aver cura della gente e non solo di curarla.
    Comunque l’amore, oltre ad assorbirlo dal mondo in cui vivi, lo devi avere dentro, devi esserci predisposto 🙂

    1. Riguardo i soldi, non posso che concordare.
      Riguardo l’amore, sì, devi averlo dentro, ma come ti ci è finito dentro questo amore?
      La mia teoria è che molto di noi non è preconfezionato alla nascita, ma ci viene trasmesso dall’ambiente in cui viviamo, intendevo dire questo.
      Voglio dire, nasciamo buoni o cattivi? Secondo me no, o almeno, sicuramente non del tutto.

        1. Mah, non so, non sono un esperto e non so nemmeno se c’è qualche tipo di indagine scientifica a riguardo. Il fatto è che per come la metti tu, in pratica abbiamo il destino, o i nostri comportamenti, già segnati, e sparisce un po’ di quella libertà che l’essere umano dovrebbe avere alla nascita. Non so.

  3. Non lo so, sono confusa a riguardo 🙂 più che altro guardo quello che mi si para davanti, ma non arrivo a nessuna conclusione seria. Questo è quello che ho visto, ma non è per tutti. Magari qualcuno nasce così e qualcuno ci diventa 🙂

    1. Beh, comunque pensando ai cani e agli incroci fatti per selezionarne alcune caratteristiche di base – anche comportamentali -, effettivamente penso che qualcosa di noi possa esser in un modo già alla nascita. Mi ha sempre incuriosito sapere quanto conta l’ambiente e quanto la genetica

  4. per amare gli altri o farti amare devi innanzi tutto amare te stesso! O tutto l’amore che ricevi da chi ti sta intorno non lo assorbi realmente e dai amore a qualcuno solo perchè speri di riceverne…

    conosco una marea di persone che si comporta così, purtroppo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...