Pubblicato da: unGabbianoTraLeNuvole | 27 giugno 2010

L’emozione… in uno scatto

La speranza - James P. Blair - National Geographic

La speranza - James P. Blair - National Geographic

Un mio amico è tornato da poco da un viaggetto, e mi ha fatto vedere via web le foto che ha scattato, diciamo un centinaio o forse qualcosa di più.
All’inizio le ho guardate con curiosità, poi, diciamo verso la quarantesima :), mi sono annoiato, e alla fine ho lasciato perdere.

Certo, vederne un numero eccessivo consecutivamente forse stanca comunque, però la questione, secondo me, è che una foto interessa gli altri solo se esprime qualcosa di particolare, se genera un sorriso, un’emozione.
A volte invece si vedono solo panorami statici che non vogliono dire molto per noi, mentre per chi ha scattato, almeno, essi significano tornare al momento in cui si era là, e qualcosa ci aveva colpito e spinto a immortalare quelle immagini. Non è facile catturare attimi che siano speciali non solo per noi ma per tutti.

E ho ripensato allora alla mostra fotografica National Geographic Il nostro mondo che ho visto qualche tempo fa, ho ripensato a quanto mi abbia colpito vedere tanta gente che si accalcava intorno a quelle foto, forse era bello più quello che le foto in sé :), rimango infatti molto colpito quando vedo un gran numero di persone che vogliono vedere, capire, emozionarsi.
Già, emozionarsi, perché le foto dei fotografi National Geographic, specie quelle scelte per la mostra, colgono delle particolari situazioni e credo possano essere paragonate a delle poesie, se ti fermi lì e le guardi un po’, cerchi di cogliere cosa vogliono esprimere.

Di questa ultima mostra, di cui trovate molte foto qui, la foto che ho inserito qui sopra è forse quella che mi ha colpito di più. Dovete immaginarvi una foto immensa, credo un tre metri per due, con questo cercatore d’oro che vi guarda. E mi ha colpito la sua espressione, che mi sembra esprima la fatica per un lavoro che a volte porta ben pochi frutti, ma contenga al tempo stesso quella speranza che fa andare avanti quella ricerca, è come se dicesse “è dura, ma sono fiducioso”.

Sebbene trovi che nella “normalità” ci sia molto da scoprire e da apprezzare, credo che ciò che nell’arte, e nella vita in generale, faccia la differenza, sia qualcosa di diverso, di originale, come quelle foto che generano emozioni.
In fondo, anche scoprire la bellezza di ciò che si pensa “normale”, scontato, ha qualcosa, in sé, di originale.
E ripensando alla foto del cercatore d’oro, forse è successo proprio questo, perché quell’emozione che la foto ha generato in me è venuta da chi ha saputo guardare quella persona stanca e un po’ sporca con un occhio diverso, da chi ha saputo coglierne l’anima.

Annunci

Responses

  1. Io non sono una gran fotografa e di solito faccio foto standard solo per ricordare di aver visto un posto e delle persone.
    Però sono cose mie, che condivido solo poche volte.

    Buon lunedì!

    • Ciao Kylie, anche io faccio molte foto “standard”, e credo che a livello personale anche delle foto “semplici” abbiano un loro valore, perché ci ricordano dei momenti che abbiamo vissuto. Però, come dicevo, agli altri spesso non credo dicano troppo. Riguardo i nostri ricordi, penso siano più interessanti le foto di persone rispetto a quelle di luoghi, perché mentre questi ultimi rimangono più o meno uguali nel tempo, le persone no, e una foto è un bel modo per ricordare come eravamo e come era chi ha condiviso con noi qualche momento.
      Da quando sono venuto in contatto con le foto National Geographic, comunque, a volte mi sento ispirato a fare qualche foto che esprima un concetto, che potrebbe avere un titolo, come quella là, “la speranza”. E quando scatto cerco di guardare quello che inquadro non solo influenzato dalle emozioni del momento, ma anche immaginando quello che potrei pensare riguardando in seguito quell’immagine. A volte questo mi fa desistere dallo scatto :), a volte cambiare inquadratura, beh, insomma credo possa essere significativo.
      buon lunedì a te e a tutti

  2. Io credo che in tutto quello che facciamo e viviamo ciò che conta sono le emozioni che proviamo, sono loro a far sì che un ricordo diventi indelebile nella nostra mente. E forse è anche bello il fatto che le emozioni siano così “individuali” e soggettive. Buon lunedì. 🙂

    • sì, concordo con te, in effetti quello che ricordiamo di più è sempre legato a una emozione, a una forte sensazione.
      E mi fai pensare che il titolo si può interpretare in due modi: le foto possono dare emozioni nuove, ma al tempo stesso le nostre possono risvegliare l’emozione che fu nel momento dello scatto

  3. ok gabbianO !!! vai a sederti nel gruppetto di maschietti la in fondo sul pink bus !!! 🙂

    sul tema del tuo post… io considero la fotografia una forma d’arte … e non è per tutti essere artisti , o meglio tutti noi facciamo foto , oggi poi con le digitali pure troppe e inutili , ma solo pochi hanno la capacità di fotografare anche un solo granello di sabbia e di riuscire a farti vedere nella tua mente una spiaggia intera !! a volte a me capita , ma è più per sbaglio che per bravura, ma è un arte che mi affascina notevolmente !!! ciaooo

    • ahah, che facciamo allora, dipingiamo la coda del bus di azzurro?? 🙂
      benvenuta da queste parti

      Sì, certo, la fotografia nella sua espressione più pura è anche secondo me una forma d’arte, e come altre arti può e dovrebbe generare, infatti, delle emozioni.
      C’è da dire che i fotografi NG scattano migliaia di foto, tra cui poi solo poche sono quelle che passeranno alla storia.

  4. […] La mostra chiude il primo maggio, l’entrata è gratuita. Sicuramente consigliata, come la precedente di cui vi ho già parlato. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: