Pubblicato da: unGabbianoTraLeNuvole | 25 maggio 2010

Il flusso creativo

Ero qui a creare un po’ di schemi, e mi è tornato in mente un film che ho visto, Frost/Nixon.
In precedenza mi erano piaciuti molti film di Ron Howard, che seguo fin da quando recitava in Happy days. E principalmente per questo avevo deciso di andare a vedere quel film, perché il genere non è uno dei miei preferiti in assoluto.
Non voglio parlare del film, posso dire brevemente che racconta le interviste poste da David Frost, un giornalista, a Richard Nixon sulla questione Watergate.
Detto così, potrebbe sembrare noiosissimo :), ma non lo è.
Comunque, a un certo punto, si vede David Frost che per preparare una delle interviste lavora con entusiasmo ed energia tutta la notte, circondato da un mare infinito di fogli, documentazione e quant’altro.
E mentre ero al cinema, in quell’istante, mi ci sono rivisto, perché qualche volta mi è capitato di andare a letto tardi perché mi era venuta un’idea per risolvere un problema, mi era venuto in mente qualcosa da creare, e volevo vederlo funzionare, volevo realizzarlo.
E non mi andava bene di aspettare il giorno seguente, perché avevo tutto in testa.
Ero attraversato da quello che ora mi viene in mente come flusso creativo.
Sto parlando di programmazione, ma credo che qualcosa del genere possa succedere in ogni ambito.
Ed è curioso che io poi io abbia trovato un articolo in cui una persona diceva che quel comportamento è uno dei tratti tipici dei bravi programmatori.
Non so se sono un bravo programmatore, e anzi, per certi versi al momento sono leggermente arruginito. Però so che quando sento di lavorare in quel modo sto dando il meglio di me, o che almeno è viva ancora in me quella passione che si accese tanto tempo fa.
E forse, se dovessi assumere qualcuno, gli chiederei se gli è mai successo qualcosa di simile.
Il film mi piacque, e senza dubbio anche grazie alla regia di Ron Howard, perché è il regista che ti fa vedere ciò che accade secondo una o un’altra prospettiva, che dà movimento o staticità ad azioni che hanno solo in parte una loro precisa natura. Cominciai ad apprezzare seriamente l’opera dei registi nel momento in cui ascoltai il commento di Ron Howard, scena per scena, allo straordinario A beautiful mind.

Annunci

Responses

  1. “A beautiful mind”….sembra che tu riesca sempre a nominare film che adoro…ogni volta che lo rivedo ne resto incantata e la scena finale, quella della “consegna delle penne” mi fa sempre emozionare tantissimo…..Grandi attori (bravissimo Russell Crowe) e grande regia; e anche stavolta, caro Gabbiano, è stato un piacere leggerti…

    • Quando hai citato la “consegna delle penne” mi sono un po’ preoccupato, perché io … le pennne… voglio tenermele sulle mie belle alucce!! 🙂

      • Ahahahahahhha…hai ragione!!!! Non avevo pensato alle “penne” considerate come piumaggio…..capisco che tu ti sia preoccupato, caro gabbiano!!!!
        Ma niente paura….le stilografiche non ti impediranno di continuare a volare e ad assaggiare il “sapore delle nuvole”…..
        Ciao!!!!!! 🙂

  2. Il mio cuore matematico esulta alla citazione del bellissimo “A beautiful mind” *-*

    Penso tu abbia azzeccato la parola magica: passione. E’ la passione che scatena il flusso creativo, a qualsiasi campo essa sia riferita.
    Un programmatore che trova la soluzione ottimale ad un problema, è come un pittore che sente viva l’ispirazione per il suo quadro :-).
    Lo so, non tutti sono di questa opinione, ma lasciami difendere la mia categoria dai 😀 ahah!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: